funghimagazine.it
Funghi Magazine - Il magazine on-line sui funghi d'Italia. Aggiornamenti funghi, articoli e notizie sui funghi, segnalazioni in tempo reale. dove nascono i funghi e la tabella sulle nascite e crescite dei funghi con il Semaforo dei Funghi

15 Settembre, Previsioni meteo fino al 21 Settembre

0 958

15 Settembre - Meteomag previsioni meteo

ESTATE tutt’altro che finita. Ancora Anticiclone africano tra super temporali simil-tropicali e caldo


PREVISIONI SETTEMBRE

15 SETTEMBRE – PREVISIONI METEO FINO AL PROSSIMO WEEKEND – ANTICICLONE AFRICANO CON SBUFFI INSTABILI TEMPORALESCHI.

Doveva essere il periodo della grande svolta meteorologica, ma così non è stato.

I media già davano per spacciata l’estate dopo il primo forte temporale di metà Agosto. L’estate in realtà è proseguita senza troppo affanno.

A più riprese, ci hanno poi annunciato l’arrivo di Burrasche settembrine capaci di far arretrare il caldo africano, permettendo l’arrivo dell’Autunno, ma così non è stato.

Sembrerebbe che ci sia smania d’Autunno, voglia di cambiar pagina e di lasciarci alle spalle questo incredibile e folle caldo Africano che sembra non voler cessare mai.

Ma alla fine dei conti, quando arriverà veramente l’Autunno?

Come accennato nel precedente articolo di previsioni meteo per la settimana, è quasi certo che l’Autunno non arriverà in pompa magna con una irruzione Artica degna di nota, seguita poi da una lunga fase climatica caratterizzata da fresco o freddo e piogge.

Vi saranno piuttosto vari tentativi, spesso falliti, del Vortice Polare di espandersi fin sul Centro Europa con piccole Saccatura Artiche dirette anche verso le Alpi.

Nessuna certezza per ora in tal senso, solo ipotesi.

Ad oggi i modelli matematici di riferimento non fanno altro che proporre ipotesi, tesi, proiezioni che però non vengono confermate nelle successive elaborazioni.

Dinamicità Atmosferica ancora una volta estrema, anche sul nostro Continente che, tradotto in soldoni, significa che anche i più sofisticati sistemi tecnologici computerizzati e pure gli infallibili algoritmi matematici non sanno che pesci pigliare.

21 Settembre, la data della prima possibile svolta meteorologica?

Forse sì o forse no.

Non c’è uniformità di vedute tra i grandi e prestigiosi modelli matematici.

In gergo di sondaggi si direbbe che “la forbice è troppo aperta”.

Il modello matematico Europeo Ecmwf lascia intendere infatti che, proprio attorno al 21 di Settembre potrebbe arrivare la grande svolta. Una Saccatura Artica in pompa magna dalla Scandinavia-Mare del Nord potrebbe allungarsi fin sulle Alpi e Golfo Ligure.

Una vera e propria botta di vita! Se le cose dovessero andare come ipotizzato dal nostro modello domestico ci sarebbe da divertirti per gli amanti del meteo fresco o addirittura freddo e soprattutto per chi attende di poter rivedere le Alpi nuovamente innevate, quale rassicurazione che il Riscaldamento Globale del Pianeta non è poi così ingombrante.

Una vera botta di caldo Africano, come mai vista prima a Settembre, invece per il modello Americano Gfs che, da giorni propone il solito scenario che si rinnova imperterrito e sempre all’insegna di caldo e secco come fossimo in Africa!

Ad oggi questo altrettanto prestigioso modello matematico ci propone una Cella Anticiclonica Europea ma a chiara matrice Africana, con Geopotenziali così alti da far invidia all’Africa stessa.

Una bolla calda da 600 gpdam (il valore massimo) centrata tra Golfo di Biscaglia e Francia Centrale con bolla estesa a tutto il Nord Italia fin sulla Toscana.

Se ciò dovesse accadere, altro che fresco ed altro che Autunno. Attorno al 20 di Settembre avremmo temperature fino a 35°C in Pianura Padana se non anche più e fino a 28°C a 1500 mt.

Super temporali invece sull’estremo Sud bersagliato da sbuffi freschi Ellenici.

Uno scenario meteo tutt’altro che rassicurante.

AGOSTO 2018 PIOVOSISSIMO E MEDIAMENTE CALDO

Intanto il C.N.R. comunica che il passato mese di Agosto, è stato spropositatamente piovoso al Sud Italia, tendenzialmente siccitoso al Nord con piogge nella media o di poco superiori alla media sul Triveneto e nelle aree interne dell’Appennino Centrale ed in Liguria.

A livello nazionale, si sono avute piogge superiori alla media del 91% con predominanza di precipitazioni tra Sardegna, Sicilia, Calabria e Campania, seguite da Puglia, Molise e Basilicata.

Insomma un’Italia sottosopra o capovolta che dir si voglia, con il Nord Africano ed il Sud tutt’altro che Mediterraneo.

Agosto 2018 è altresì risultato essere l’ottavo Agosto più piovoso dal 1800 ad oggi.

Sul fronte delle temperature, l’Italia chiude con una costante anomalia termica positiva, a riprova che non basta una nevicata sulle Dolomiti (una rondine non fa primavera) per poter affermare (come ha fatto una giornalista del quotidiano Libero) che il Riscaldamento Globale del Pianeta è una esagerazione mediatica.

La temperatura media di Agosto 2018 in Italia è stata di 1.7°C superiore alla media.

Agosto 2018 risulta così essere l’ottavo mese di Agosto più caldo dal 1800 ad oggi.

Certo non si può parlare di record di caldo, ma siamo pur sempre in una fase di evidente anomalie climatiche.

SETTEMBRE 2018 NON PROMETTE DI MEGLIO

Tolti alcuni episodi di fresco o freddo temporaneo, subito dopo l’arrivo di temporali o grandinate, anche Settembre per ora non promette certo di essere un mese con anomalie negative, ovvero di freddo.

In tema di folle climatiche, basti dire che il giorno 11 Settembre 2018, come dettagliatamente illustrato in questo nostro articolo, sulla vetta del Monte Rosa, si è scritto un nuovo capitolo del Riscaldamento Globale del Pianeta.

RECORD DI CALDO DAL 1800 AD OGGI SUL MONTE ROSA

Non che sul resto delle Alpi sia andata meglio, ma per lo meno sulla vetta del Monte Rosa abbiamo una efficiente Stazione Meteo di Arpa Piemonte che, dati alla mano, certifica come il caldo Africano stia continuando imperterrito a modificare anche il clima alpino.

Leggi tutti i dettagli in questo articolo:

11 Settembre 2018 Record di caldo sul Monte Rosa

15 SETTEMBRE – PREVISIONI DEL TEMPO A BREVE E MEDIA SCADENZA
Situazione del 15 
Settembre e previsioni fino al prossimo weekend

Sabato 15 Settembre
Tempo in miglioramento ovunque. Residui temporali sull’Appennino

Il fine settimana si preannuncia favorevole per le uscite bei boschi alla ricerca dei ricercatissimi funghi, in gran parte d’Italia.

Non è attesa nessuna Perturbazione ed il tempo va migliorando ovunque.

Al Nord una residua nuvolosità convettiva potrebbe dar luogo a qualche doccia pomeridiana tra Alpi Liguri-Marittime-Cozie, forse anche sull’Imperiense che, continua a vivere una fase climatica davvero eccezionale con piogge ripetute dove ci si attenderebbe sole e caldo costanti.

Sporadiche docce pomeridiane anche tra Dolomiti e Retiche ma molto sporadiche.

Al Centro-Sud invece sono attese nubi variabili in intensificazione serale-notturna.

Da Ovest una Perturbazione Mediterranea si avvicina all’Italia portando però solo nubi innocue tra Tirreno e Toscana-Lazio-Corsica.

Rovesci temporaleschi saranno ancora possibili dal Falterona alla Sila lungo la dorsale Appenninica.

Tra Marche ed Abruzzo i rovesci più probabili o intensi con docce che potrebbero a tratti giungere fin sui litorali. Tra Campania-Basilicata Tirrenica e Calabria i rovesci saranno più brevi ed isolati. Forse alcune docce anche sulla Sicilia Orientale.

Il tempo migliora però in serata-nottata tranne che sul Nord Ovest italiano dove peggiora.

In nottata possibili rovesci e temporali tra Piemonte e Lombardia-Canton Ticino. Scarse probabilità di pioggia invece in Val d’Aosta, riparata dai monti con forse brevi docce sui settori Orientali di confine col Piemonte.

Domenica 16 Settembre
Maltempo al Nord Ovest, sole e caldo altrove ma temporali sull’Appennino

Oggi è attesa una fase di maltempo diffuso, anche se più accentuato lungo le zone montane, tra Piemonte e Lombardia-Canton Ticino.

Picchi di pioggia forte con temporali sono attesi sull’alto Piemonte soprattutto attorno al Lago Maggiore e Canton Ticino, in particolar modo nel pomeriggio. I rovesci anche verso la Valtellina ed Orobie Settentrionali oltre che le Retiche.

Entro sera le precipitazioni cessano quasi ovunque tranne che tra Vco e Canton Ticino e sul Cuneese dove proseguono i temporali.

Al Centro-Sud rovesci temporaleschi sono attesi tra pomeriggio e sera al confine tra Toscana-Marche-Umbria ed a tratti anche in Emilia Romagna e resto della Toscana fin sull’Abruzzo. Migliora in serata ma i temporali potrebbero proseguire sulle Marche ed Umbria Appenninici.

Sole e caldo altrove con temperature massime ancora in aumento e fino a 32°C a Firenze, 30°C sono attesi a Bolzano, Trieste, Bologna, Perugia, Bari, Palermo e Cagliari.

Lunedì 17 Settembre
Bel tempo e caldo al Centro-Sud ma non in Appenino. Ripeggiora al Nord Ovest

Il tempo di oggi è improntato verso il bel tempo ma con alcune zone climatiche con variabilità temporalesca.

Al mattino nubi diffuse al Centro Italia ma senza fenomeni associati.

Entro il pomeriggio cumuli temporaleschi dal Cuneese-Appennino Tosco-Romagnolo al Molise lungo tutta la dorsale Appenninica ed a tratti anche fin sulle coste di Marche-Abruzzo e Molise.

Rovesci pomeridiani nella Toscana interna, Sardegna Orientale e Sannio. In serata migliora ovunque.

Peggiora invece dalla sera sul Nord Ovest con nuove piogge in arrivo sul Piemonte Sud Occidentale poi, entro notte anche sul resto del Piemonte con piogge in intensificazione e pure temporali in arrivo da Torino a Milano con fulcro del maltempo probabile attorno al Ticino poi  verso alto Piemonte-alta Lombardia e Canton Ticino.

Farà ancora caldo con massime attorno ai 30°C a Bolzano, Trieste, Bologna, Firenze, Roma, Bari, Catanzaro e Palermo.

Martedì 18 Settembre
Maltempo ad Ovest, a tratti forte

Una importante Perturbazione Atlantica porta un marcato peggioramento del tempo a partire dalle regioni più Occidentali.

Oggi è atteso un deciso peggioramento del tempo con piogge, rovesci e temporali, localmente anche forti, sul Nord Ovest italiano e Corica, al mattino più blando in Sardegna e coste Toscane.

Entro fine mattinata-inizio pomeriggio il tempo peggiora da Ovest verso Est con temporali, anche forti, in arrivo sulla Sardegna, soprattutto sui settori Nord Orientali. Peggiora tra Piemonte-Valle d’Aosta-Canton Ticino e Lombardia Occidentale ma poi anche in Liguria ed Emilia Romagna.

Temporali di calore tra Marche-Abruzzo e Campania-Gargano.

In serata la Perturbazione trasla rapidamente verso Est portando piogge forti lungo il basso Po. Tra Emilia Romagna e Veneto possibili forti temporali che però non interesseranno il resto del Veneto dove gli effetti della Perturbazione giungeranno blandi e limitati alle Dolomiti con brevi docce.

In serata forte maltempo sul Tirreno e Sardegna Orientale, migliora al Nord Ovest mentre sul Sud Italia il tempo resta caldo e soleggiato con forse alcune piogge in arrivo sulla Sicilia Occidentale.

Temperature ancora estive tra centro-sud Italia con ancora massime attorno ai 30°C a Bolzano, Trieste, Bologna, Firenze, Roma, Bari e Palermo.

Mercoledì 19 Settembre
Forte instabilità temporalesca pomeridiana

Il tempo di oggi sarà all’insegna della variabilità con sole e caldo al piano ma instabile con temporali sui rilievi.

Al mattino bel tempo su tutta Italia con nubi diffuse tra Liguria di Levante, Toscana, Emilia Romagna e Veneto. Ancora qualche temporale in Sardegna Nord Orientale.

Nel corso del pomeriggio molti temporali fioriscono sulla Sardegna, qua a tratti anche forti e diffusi, sulla Corsica, e meno frequenti ma più che probabili in Liguria, Toscana centrale e appenninica, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria tirrenica e Sila e poi anche in Sicilia.

Peggiora anche sulla Lombardia Nord Orientale-Trentino Alto Adige e alto Veneto.

Entro sera migliora ovunque ma ancora rovesci possibili sulla Sardegna Orientale e a tratti nelle zone più interne dell’Appennino Centrale.

Temperature ancora estive ma in leggero calo ovunque con massime attorno a 30°C a Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo. Diminuzioni in caso di piogge.

Giovedì 20 Settembre
Instabilità pomeridiana, forse peggiora in serata

Non ci sono grandi certezze sul tempo di oggi poiché i principali modelli matematici, l’Europeo Ecmwf e l’Americano Gfs propongono evoluzioni meteo diametralmente opposte.

In linea di massima oggi il tempo dovrebbe rimanere però all’insegna della variabilità con sole al mattino ma con nubi diffuse sull’Italia Centrale. Alcuni rovesci in Alto Adige-Tirolo. Più probabili in Sardegna.

Entro il pomeriggio dovrebbe peggiorare su tutta la Sardegna dove sono anche attesi forti rovesci soprattutto sui settori centrali ed orientali.

Maltempo in probabile estensione a tutto l’arco alpino Centro-Occidentale, Liguria, Appennino Tosco-Romagnolo, Toscana, Umbria e soprattutto Lazio interno fin su Abruzzo appenninico e Molise-alta Campania.

Maltempo forse anche in Sicilia, soprattutto tra Etna e Nebrodi-Peloritani-Madonie.

Entro sera le precipitazioni potrebbero allentare o cessare ma proseguire sulla Sardegna, sul Tirreno, Toscana-Umbria e Piemonte Occidentale.

Temperature in genere in leggera diminuzione o stazionarie con diminuzioni dove pioverà. Ancora massime attorno ai 30°C a Trieste, Firenze, Roma, Bari e Napoli.

Venerdì 21 Settembre
Autunno astronomico con forte peggioramento e grandinate-neve sulle Alpi e freddo in arrivo ma, forse nulla di tutto questo e sole e caldo africano

Come detto in apertura oggi inizia il bivio tra le proiezioni autunnali e di forte maltempo del modello Europeo Ecmwf ed il caldo Africano con bolla calda africana molto invadente proposta dal modello Americano Gfs.

Quale dei due modelli avrà la meglio non è ancora dato di saperlo.

Per ora sappiamo che ultimamente il modello Europeo spesso risulta più attendibile e preciso.

Se prevarranno le proiezioni di questo modello oggi avremo un serio e marcato peggioramento del tempo con forte maltempo anche estremo sulla Svizzera centrale ma a tratti anche sul Nord Italia e regioni Centrali.

Il peggioramento dovrebbe giungere più marcato con temporali anche molto forti, celle temporalesche anche grandigene con accumuli di pioggia notevoli in alcune aree della Lombardia, Trentino Alto Adige, alto Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Le grandinate potrebbero esser seguite da fitte nevicate sulle Alpi in progressivo abbassamento fin verso i  2500/2000 mt.

Maltempo in estensione entro serra a tutte le regioni tirreniche con forti temporali in transito.

Esclusi dal maltempo soltanto la Puglia, Basilicata e Calabria ionica.

Entro sera il tempo potrebbe peggiorare con piogge molto insistenti, forti e possibili nubifragi sul Triveneto dove la quota neve potrebbe scendere fin verso i 1500/1200 mt. Maltempo forte anche sulla Lombardia Orientale, Trentino Alto Adige e sul basso Tirreno fin sulle coste delle relative regioni e sulla Sicilia.

Naturalmente temperature in decisa forte diminuzione ovunque con massime al Nord non oltre i 21°/23°C.

ATTENZIONE: LA PREVISIONE PER LA GIORNATA DI VENERDì 21 SETTEMBRE, E L’EVOLUZIONE A SEGUIRE RISULTA MOLTO INCERTA E ALTAMENTE INATTENDIBILE

Ci torneremo con ulteriori approfondimenti.

15 settembre 2018 – scritto e pubblicato da Angelo Giovinazzo@Metomag
info@meteomag.it 

SEGUI IN DIRETTA CHE TEMPO FA SULL’ITALIA CON IL NOWCASTING:

Osserva le piogge in diretta con la nuova pagina RADAR METEOROLOGICI
Segui la distribuzione delle nuvole sull’Italia ed Europa con la pagina SATELLITI METEO/IMMAGINI SATELLITARI

Guarda che tempo fa sulle Alpi grazie alla pagina Meteo Monte Rosa con immagini webcam live, temperature e statistiche.

Precedenti aggiornamenti meteo:

7 Settembre – Previsioni fino al 14 Settembre

 

L’articolo 15 Settembre, Previsioni meteo fino al 21 Settembre proviene da Meteomag.

Source: Meteofunghi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: