funghimagazine.it
Funghi Magazine - Il magazine on-line sui funghi d'Italia. Aggiornamenti funghi, articoli e notizie sui funghi, segnalazioni in tempo reale. dove nascono i funghi e la tabella sulle nascite e crescite dei funghi con il Semaforo dei Funghi

18 Ottobre, Previsioni fino al 24 Ottobre

0 749

18 Ottobre, Meteomag previsioni

Settimana calda, poi meno mite al Nord Ovest. Dal maltempo al sole ma poi irruzione fredda invernale al Centro Sud

Italia sempre lambita da caldi Anticicloni a Nord Ovest, in balìa di Gocce Fredde invece il nostro Sud che presto sarà raggiunto da una nuova pericolosa Goccia Fredda invernale

PREVISIONI  OTTOBRE

18 OTTOBRE,  PREVISIONI FINO AL 24 OTTOBRE E SGUARDO OLTRE 

Non cessano ancora, anzi semmai si accentueranno nel corso della settimana, le anomalie climatiche che stanno interessando anche la nostra penisola.

Caldo anomalo per il periodo al Nord Italia, soprattutto al Nord Ovest, sole e caldo anche al Centro ma qua con temporanea instabilità e pure alcuni rovesci, e maltempo senza sosta al Sud ed Isole.

Siamo ormai a ridosso dell’ultima decade di Ottobre, le temperature dovrebbero ora calare sensibilmente, almeno in periodi climatici normali, e sull’Italia dovrebbero già sentirsi, frequenti i primi freddi respiri dell’inverno.

In realtà di respiri freddi fin’ora se ne sono sentiti ben pochi.

ANTICICLONE TROPICALE DELLE AZZORRE

Colpa di un ingombrante e persistente Anticiclone Azzorriano, a matrice calda Tropicale, che a più riprese si rafforza e fluttua verso il Centro Europa.

Accadrà anche tra domani ed i prossimi giorni, quando una vasta Cella Anticiclonica, dall’Atlantico si porterà, con una Bolla Calda Tropicale, fin sulla Gran Bretagna ed il Mare del Nord.

Il caldo ed anomalo Anticiclone interesserà anche il Nord Italia dove porterà ancora temperature di molto al di sopra rispetto alle medie del periodo, consentendo alla vegetazione di rimandare ancora la perdita delle foglie.

Domenica il giorno dell’annunciata svolta meteo ma, attenzione perché, l’annunciato inverno non arriverà per tutti.

IRRUZIONE INVERNALE ALLE PORTE, DA DOMENICA

Sarà proprio grazie alle fluttuazioni del caldo Anticiclone Oceanico che un piccolissimo lembo del Vortice Polare si staccherà dal suo Vortice genitore tra Scandinavia e Russia.

Una insidiosissima Goccia Fredda dalla regione di Mosca si muoverà rapidissimamente verso Sud Ovest raggiungendo con aria molto fredda ed instabile la Repubblica Ceca, l’Ungheria, l’ex Jugoslavia e poi da Lunedì anche il nostro Sud Italia.

Una massa fredda con neve al seguito fin verso i 1500 mt, ma sulle zone adriatiche anche leggermente più in basso, potrebbe investire direttamente il nostro Sud Italia.

Questo nelle ipotesi prospettate dal modello Europeo ECMWF che indica che la Goccia Fredda si dovrebbe posizionare Lunedì 22 Ottobre sul basso Tirreno dove, i Geopotenziali scenderebbero fino a 552 gpdam generando così il solito pericolosissimo Ciclone Mediterraneo.

Crollerebbero le temperature, sia sul Nord Est italiano che al Centro-Sud ed Isole ma, rimarrebbe ancora leggermente protetto il Nord Ovest, abbracciato dal mite respiro Anticiclonico Oceanico.

DUBBI DAL MODELLO MATEMATICO GFS

Va subito detto però che, nonostante i solleciti allerta annunciati da molti siti web, non è detto che questa infausta proiezione abbia successo.

Il modello matematico Americano infatti, al contrario dell’Europeo Ecmwf, vede la Goccia fredda invernale migrare rapidamente verso la Grecia.

Sbuffi freddi ed instabili giungerebbero comunque verso il nostro Centro-Sud Italia ma l’irruzione fredda sarebbe sottotono ed appena in linea con le aspettative del periodo.

Ci sarebbero temporali, anche forti, ma in aree più limitate del nostro estremo Sud.

L’Anticiclone Oceanico proteggerebbe maggiormente il nostro Nord Ovest italiano dove potrebbe continuare imperterrita l’Ottobrata romana, con temperature ancora di molto al di sopra delle aspettative per il periodo.

Calerebbero però le temperature in montagna, in funzione di una isoterma da -15°C in arrivo anche sul Nord Italia ma, al piano il caldo anomalo proseguirebbe quasi certamente.

PREVISIONI DEL TEMPO PER LA SETTIMANA MOLTO, MOLTO INCERTE

Dati i presupposti, le previsioni del tempo per la settimana entrante, andranno prese con il beneficio d’inventario.

Casomai, nel caso in cui la Goccia Fredda dovesse avere come obiettivo il basso Tirreno, anziché l’Egeo, pubblicheremo un nuovo articolo d’aggiornamento, dal momento che, le previsioni meteo potrebbero subire sostanziali variazioni in funzione della formazione o meno del Ciclone.

Inutile dire che il modello Europeo è più affidabile rispetto a quello Americano.

Quando c’è forte dinamicità atmosferica, come accade ormai da anni, spesso le previsioni meteo si rivelano esatte soltanto a pochi giorni dall’evento.

SACCATURA ARTICA

Ad ogni modo, occorre mettere sul piatto della bilancia anche una potenziale Saccatura Artica che, secondo il modello Americano Gfs, potrebbe investire l’Italia tra il 24 ed il 25 con freddo, maltempo e neve anche sul Nord Italia.

Pure il Nord Ovest sarebbe investito da masse d’aria molto fredda e la neve a 1500/1000 mt potrebbe giungere sulle Alpi ma, la provenienza da Nord dell’aria fredda potrebbe lasciare molte zone del Nord Ovest italiano “sottovento” rispetto alla neve.

Ovvero, le Alpi riparerebbero il Piemonte e parte della Lombardia dalle irruzioni fredde da Nord.

Anche questa eventualità però è molto incerta poiché il modello Europeo Ecmwf, anziché prevedere una Saccatura Artica diretta a Sud fin sul Tirreno, propone un caldo ed anomalo Anticiclone a matrice Africana investire l’Italia Occidentale da Nord Ovest.

Tra la Gran Bretagna e la Spagna una nuova bolla calda Tropicale potrebbe investire anche le nostre regioni Occidentali.

18 OTTOBRE, PREVISIONI FINO AL 24 OTTOBRE E SGUARDO ANCHE OLTRE 

Giovedì 18 Ottobre
Ancora maltempo al Sud ed Isole, migliora altrove, ancora sole e tepore al Nord

La giornata di oggi vede un residuo e localmente ancora intenso maltempo al Sud e Sardegna.

Proseguono i rovesci e temporali tra la Sardegna Orientale e Meridionale.

I temporali proseguono pure sulla Sicilia e parte della Calabria.

Nubi irregolari interessano il Piemonte e la Lombardia a Sud del Po con più sole a Nord del fiume.

In mattinata nubi compatte attraversano il Tirolo-Alpi Retiche con alcune piogge al seguito.

Nubi irregolari sul Triveneto con possibili docce in arrivo sulle Dolomiti. Qualche doccia sporadica anche sull’Appennino Tosco-Romagnolo ed in Romagna.

Per il resto prevalenza di sole ed ancora mite tepore.

Nel corso del pomeriggio una leggera instabilità termo-convettiva sarà possibile lungo la dorsale appenninica con formazione di cumuli e brevissime docce.

Migliora ovunque entro sera ma continuano i rovesci su Est Sardegna, Sicilia e Calabria Jonica.

Temperatura per lo più stazionarie con valori massimi fino a +25°C a Trento-Bolzano, Firenze, Roma, Bari, Palermo. Attorno ai 20/23°C in Pianura Padana.

Venerdì 19 Ottobre
Torna il bel tempo ovunque. Ultimissimi temporali in Sicilia

Il tempo di oggi migliora nettamente ovunque.

I residui della Goccia Fredda si esauriscono completamente poiché l’aria fredda presente nei giorni scorsi in quota tende a riscaldarsi, grazie anche all’effetto dell’Anticiclone Oceanico.

Oggi non sono previste piogge degne di nota sull’Italia tranne all’estremo Sud.

Tra la Sicilia Orientale e sui rilievi interni una leggera instabilità soprattutto pomeridiana con rovesci e qualche residua doccia-rovescio o temporale.

Annuvolamenti pomeridiani sulla Sardegna Occidentale ma con scarsa probabilità di piogge. Nubi pomeridiane anche sull’Appennino Abruzzese.

Entro sera rasserena ovunque.

Temperature stazionarie ma con anche alcuni aumenti locali.

Firenze dovrebbe essere la città più calda con ancora anomali 27/28°C.

24/26°C a Milano, Trieste, Roma, Napoli, Bari, Palermo e Cagliari.

Sabato 20 Ottobre
Ovunque bel tempo e mite tepore. Nubi sulla Sardegna

Oggi splende il sole sulla gran parte d’Italia.

Nubi irregolari potrebbero interessare la Sardegna raggiunta da un leggero sbuffo di Tramontana con nubi di passaggio.

Altrove sole e cieli limpidi e tersi per leggerissimi venti da Nord con rinforzi su basso Adriatico e Jonio.

Temperature in leggero aumento locale ma per lo più stazionarie.

Fino a 26/27°C a Firenze e nella vallata dell’Adige trentino.

Altrove massime fino a 24/25°C a Roma, Napoli, Palermo e Cagliari.

Domenica 21 Ottobre
SVOLTA FREDDA VERSO L’ITALIA?

Le ultime proiezioni dei modelli matematici indicano l’arrivo di una massa d’aria fredda, accompagnata da nevicate in arrivo da Nord Est.

Oggi la giornata inizierà con prevalenza di sole ovunque, nubi basse e fredde sospinte da venti di Tramontana e Levante inizieranno ad addossarsi alle Alpi Giulie e Carniche, poi anche sull’Adriatico.

Entro fine mattinata nubi con nevicate sulle Alpi del Triveneto e neve in abbassamento dai 2000 mt ai 1400 mt entro sera.

ARRIVANO LE NEVICATE IN APPENNINO

Entro il pomeriggio il peggioramento da Est su tutto l’Adriatico e litorali con piogge fredde, temporali soprattutto su Triveneto e Romagna poi in estensione a Marche ed Abruzzo dove arriveranno nevicate sui monti.

Dapprima quota neve attorno ai 2500 mt poi in calo a 2200/2000 mt.

Nel pomeriggio venti di Tramontana-Levante-Grecale su Adriatico ed Appennino con piogge che sconfinano verso il Tirreno entro sera.

Le nevicate dall’Adriatico in spostamento verso il Tirreno Appenninico fin verso i 2000/1800 mt.

Al riparo dal maltempo il Nord Ovest appena sfiorato da aria fresca ma secca.

Forse qualche rovescio potrebbe giungere sulla Lombardia Orientale ed in serata Centrale.

Tra sera e notte qualche rovescio sulle Pedemontane Piemontesi con nevischio sulle Alpi Occidentali attorno ai 1800 mt.

Il maltempo è previsto spostarsi entro sera fin sulla Liguria di confine con l’Emilia ed a Sud fin su Puglia e Calabria.

Fuori dal maltempo per ora Sicilia e Sardegna.

Temperature ovunque in decisa diminuzione ma con diminuzioni più contenute al Nord Ovest con Torino e Milano ancora prossime ai 20/22°C di massima.

Lunedì 22 Ottobre
GOCCIA FREDDA IN FORMAZIONE SUL TIRRENO?

Come già detto in apertura c’è forte incertezza circa l’eventuale formazione di un Ciclone Tirrenico.

Ad ogni modo l’irruzione fredda di ieri continuerà a lasciare strascichi di maltempo.

In mattinata leggera instabilità con nubi basse e piogge sulle pedemontane piemontesi ma in rapido esaurimento.

Rasserena sul resto del Nord Italia fin sulla Toscana e Lazio ma prosegue il maltempo dalla Romagna alla Calabria.

Piogge, temporali e nevicate che continuano a cadere oltre i 2000/2500 mt ma anche a 1800/1600 nelle zone adriatiche più interessate dall’aria fredda.

Il maltempo raggiunge anche la Sicilia con neve a 2400/2200 mt e temporali in arrivo.

Temporali molto forti e pericolosi potrebbero formarsi sulla Calabria sia Tirrenica che Jonica con quota neve media attorno ai 2000/1800 mt.

I maggiori rovesci dall’Aspromonte al Pollino e Sinni-Metapontino.

In serata-nottata possibili nubifragi persistenti in alcune aree della Calabria, soprattutto nel Vibonese-Lametino-Crotonese-Catanzarese.

Situazione meteo da monitorare con attenzione per possibili allerta meteo da confermare.

Martedì 23 Ottobre
Goccia fredda sul Tirreno o in rapida migrazione sullo Jonio-Egeo?

La previsione del tempo per oggi è estremamente incerta.

Per il modello Americano Gfs la Depressione non si formerà sul Tirreno ma migrerà rapidamente verso Est sull’Egeo consentendo un generale miglioramento del tempo ovunque con ultimi temporali all’estremo Sud.

Di diverso avviso il modello Europeo Ecmwf secondo il quale instabilità potrebbe rimanere attiva al Sud grazie alla formazione di un Ciclone Mediterraneo di fronte alla Libia.

Instabilità fortemente temporalesca potrebbe quindi rimanere al nostro estremo Sud ma i fenomeni, l’intensità e la distribuzione andranno confermati.

Al Nord Ovest dovrebbe migliorare con rasserenamenti e temperature nuovamente in aumento.

Mercoledì 24 Ottobre
SACCATURA ARTICA VERSO L’ITALIA O ANTICICLONE CALDO OCEANICO?

In ballo una Saccatura Artica con aria molto fredda e neve in arrivo a quote anche piuttosto basse oppure una Bolla Calda Oceanica.

Il modello matematico Europeo Ecmwf prospetta un serio guasto del tempo con formazione di una Depressione centrata proprio sull’Italia ed il Vortice Polare a lambire le Alpi Orientali.

Neve anche sotto i 1000 mt potrebbe cadere sul Triveneto con isoterma da -20°C sul Nord Italia.

Aria fredda, rovesci, temporali e nevicate potrebbero scorrazzare su tutta Italia con soltanto la Sicilia Meridionale risparmiata dal freddo e dal maltempo.

Venti freddi di Levante e Grecale potrebbero portare abbondanti nevicate sulle Alpi del Cuneese e Maestrale teso sulla Sardegna. Si tratta però solo di una ipotesi da confermare.

Per il modello Americano GFS infatti il Vortice Polare non punterebbe l’Italia ma l’Egeo.

Una Saccatura Artica di tutto rispetto da pieno inverno si allungherebbe fin sulla Grecia investendo in pieno la valle del Danubio, ex Juogoslavia ed Adriatico.

Risparmiato invece il settore Ovest d’Italia sotto influenza di un caldo Anticiclone Oceanico.

In mezzo la dorsale Appenninica con forti temporali da contrasti termici.

Tutto questo andrà confermato.

18 Ottobre | EVOLUZIONE A SEGUIRE

Sempre all’insegna dell’incertezza previsionale.

Per il modello Americano GFS l’Anticiclone caldo Oceanico perderebbe forza e calore sgonfiandosi progressivamente ma senza cedere del tutto terreno abbracciando ancora il nostro Nord Ovest italiano.

Freddo e temporali sull’Adriatico con neve sulla dorsale Appenninica e Nord Est.

Per il modello Europeo invece l’Anticiclone Oceanico scomparirebbe a favore di un nascente Anticiclone Africano a proteggere il nostro Sud italia e poi in risalita fin verso la Liguria.

Ad Est sull’Adriatico leggera instabilità ma non quanto prospettato dal modello Americano.

FORSE, e ribadisco forse, a fine mese importante irruzione invernale su tutta Italia!

Torneremo a seguire le possibili evoluzioni ed in caso di conferme senza riserve o smentite daremo notizia con nuovi aggiornamenti.


18 OTTOBRE,  PREVISIONI FINO AL 24 OTTOBRE E SGUARDO OLTRE –
scritto e pubblicato da Angelo Giovinazzo@Metomag
info@meteomag.it 

SEGUI IN DIRETTA CHE TEMPO FA SULL’ITALIA CON IL NOWCASTING:

Osserva le piogge in diretta con la nuova pagina RADAR METEOROLOGICI
Segui la distribuzione delle nuvole sull’Italia ed Europa con la pagina SATELLITI METEO/IMMAGINI SATELLITARI

Guarda che tempo fa sulle Alpi grazie alla pagina Meteo Monte Rosa con immagini webcam live, temperature e statistiche.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Precedenti aggiornamenti meteo:

12 Ottobre, Previsioni fino al 18 Ottobre

5 Ottobre, previsioni fino al 12 Ottobre


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

L’articolo 18 Ottobre, Previsioni fino al 24 Ottobre proviene da Meteomag.

Source: Meteofunghi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: