funghimagazine.it
Funghi Magazine - Il magazine on-line sui funghi d'Italia. Aggiornamenti funghi, articoli e notizie sui funghi, segnalazioni in tempo reale. dove nascono i funghi e la tabella sulle nascite e crescite dei funghi con il Semaforo dei Funghi

29 Luglio – Previsioni fino al 5 Agosto e oltre

0 288

29 luglio - arriva il caldo africano

Arriva il caldo Africano. Potente avvezione Africana verso l’Europa

Quanto durerà? E cosa accadrà subito dopo la vampata torrida Africana?

29 LUGLIO – PREVISIONI FINO AL 5 AGOSTO E ANTICIPAZIONE DI UN POSSIBILE PRECOCE ARRIVO DELL’AUTUNNO
PREVISIONI METEO LUGLIO-AGOSTO

Caldo Africano all’apice stagionale nella prima settimana di Agosto. Si supereranno i +40°C in molte zone d’Italia. Sarà caldo estremo ma, occhio al dopo Africano, super temporali potrebbero nuovamente giungere sull’Italia 

29 LUGLIO 2018 – Inizia oggi il periodo più contrastante di metà anno. Prima il furioso caldo Africano, poi una probabile accelerazione temporalesca che potrebbe culminare con un vera e propria rottura dell’estate con clima autunnale

Non c’è ancora alcuna vera certezza ma, da giorni i modelli matematici a scala globale, quelli su cui si basano le previsioni del tempo a medio-lungo termine, sono inequivocabili.

Prima una importante avvezione calda Africana con un vastissimo ed imponente Anticiclone Africano che spingerà masse calde fin sul Nord Europa.

Poi una serie di Gocce Fredde ex Artiche a riportare temporali sempre più frequenti con anche supercelle temporalesche annesse e relative grandinate a rinfrescare l’aria.

Seguirà una fase interlocutoria in cui il caldo Africano potrebbe tentare di tornare ad avanzare verso l’Italia ma, l’Anticiclone Africano dovrà fare i conti con un residuo Anticiclone Scandinavo che, potrebbe giocare un ruolo da regista per l’arrivo precoce dell’Autunno.

LO STRATWARMING DI FINE INVERNO

Prima di affrontare il discorso relativo all’ondata di caldo in arrivo, val la pena tornare un momento indietro nel tempo fino alla fine dello scorso Inverno.

Si era parlato di un potente Stratwarming, ovvero di un Riscaldamento Stratosferico di tipo maggiore.

Si era detto che questo Stratwarming avrebbe influenzato l’andamento climatico della fine dell’inverno fino ad inizio primavera.

Cosa per altro anche abbastanza normale.

Quello che però non si era detto, perché passato inosservato, è che, la massa d’aria calda presente in Stratosfera, ha sì generato una serie di anomali Anticicloni in area Artico-Polare, ma che questi Anticicloni non hanno avuto vita breve.

Una volta insediatisi tra la Scandinavia e la Russia, per rimanere in ambito Europeo, questi Anticicloni sono diventati statici, ovvero irremovibili.

A più riprese, vere e proprie “iniezioni” d’aria calda di tipo Tropicale, dall’Africa Nord Occidentale, sono risalite verso la Gran Bretagna ed il Mare del Nord andando a “spalmarsi” all’interno dei tenaci Anticicloni Scandinavi.

Sul fianco Est di questi Anticicloni la discesa di masse d’aria relativamente fresca e molto instabile.

Masse d’aria che a più riprese hanno raggiunto l’Italia ed il Mediterraneo con le conseguenze che ben conosciamo.

Un’estate tutto sommato instabile, spesso temporalesca e spesso accompagnata da vere e proprie supercelle temporalesche con tanto di annessi downburst (spesso confusi con trombe d’aria), nubifragi e grandinate.

29 LUGLIO – AD OGGI UN’ESTATE UN PO’ SOTTOTONO, CON CONTINUE ALTERNANZE DI CALDO E TEMPORALI

É quanto sta accadendo ormai sin dall’inizio dell’Estate.

Luglio poi, si avvia verso la conclusione lasciandosi alle spalle accumuli di pioggia davvero notevoli per il periodo in molte zone d’Italia.

A titolo d’esempio ecco le località d’Italia che ad oggi, hanno avuto gli accumuli di pioggia parziali più importanti:
  • Varallo Sesia VC  287 mm
  • Gazzaniga BG 271
  • La Cassa TO 244
  • Longarone / Dolomiti BL 237
  • Borgosesia VC 196
  • Alzate Brianza CO 195
  • Cermenate CO 188
  • Pray Arpa BI 187
  • Esine BS 185
  • Villanova Canavese TO 184
  • Rossano Veneto VI 182
  • Portonovo BO 173
  • Parella TO 170
  • Asiago VI 170
  • Liariis Ovaro UD 169

Questi non sono gli accumuli di pioggia tipici del mese che per eccellenza è considerato il mese più estivo e meno piovoso.

Varallo Sesia in Valsesia, ha già subito ben due episodi di pioggia estrema con accumuli compresi tra gli 80 ed i 100 millimetri spalmati in meno di 3 ore con effetto nubifragio-alluvione lampo.

Gazzanica nella Bergamasca, ne ha avuti 2 con accumulo superiore ai 60 mm in meno di 2 ore.

La Cassa nel Torinese, un solo episodio over 90 ma due over 30 ed un over 60.

Longarone nelle Dolomiti Bellunesi poi, fa storia a se, con un Flash-flood da 91 millimetri ed una serie di piogge senza fine.

Dal 3 al 17 Luglio, poco o tanto, qua è piovuto ogni santo giorno. Non basta, su 28 giorni non è piovuto soltanto il 2 Luglio, il 18 ed il 19. Nei rimanenti giorni è sempre piovuto.

25 giorni con pioggia su 28, è davvero un record notevole per il mese di Luglio.

Nella classifica dei maggiori accumuli di pioggia d’Italia rientrano il Piemonte, la Lombardia ed il Veneto

Seguono a ruota, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Più distanziati il Trentino Alto Adige e la Liguria. Distanziati ma siamo pur sempre oltre i 100 millimetri d’accumulo.

Supera di poco i 100 mm anche Bientina in Toscana nel Pisano.

Accumuli discreti ma già importanti per il mese di Luglio in Campania con quasi 90 mm a Pietramelara nel Casertano.

Abruzzo, Lazio e Marche seguono a ruota con oltre 70/80 mm ma con frequenti episodi temporaleschi di brevissima durata.

Insomma tirando le somme, Luglio fin’ora è stato tutt’altro che avaro di piogge al Nord con frequenti docce anche al Centro, meno al Sud ma anche qua, per quanto brevissime non sono mancate con buona frequenza.

Basti citare alcuni episodi di violenti temporali tra Puglia, Basilicata e Calabria-Messinese con una serie di trombe d’aria, vere, che hanno devastato le spiagge di Palmi nella Costa Viola Reggina.

29 Luglio | Ora cosa accadrà ad Agosto?

Gli step dell’avvezione calda africana

Sin da Lunedì una nuova Bolla d’Aria Calda Africana tornerà a risalire le coste del Senegal e del Marocco portandosi fin sulla Penisola Iberica e Francia Sud Orientale.

La massa calda inizierà a risalire anche il Tirreno investendo dapprima la Sardegna poi anche la Toscana e la Liguria.

Entro Mercoledì/Giovedì la massa calda Africana non si sarà limitata ad investire il Sud Europa ma sarà stata risucchiata verso Nord da un Anticiclone Scandinavo che continua a disseminare temperature estive degne del Mediterraneo tra Baltico e Scandinavia.

Tra Giovedì e Venerdì, una massa torrida-rovente investirà tutta l’Italia, la Francia e la Penisola Iberica.

Per fortuna questa potente avvezione calda, in grado di disseminare diversi picchi di calore oltre i 40°C non avrà lunga vita.

Trattandosi di avvezione calda pre-frontale, dovuta ad una discesa di masse d’aria fredda in pieno Oceano Atlantico, l’avvezione si sgonfierà non appena l’Anticiclone Scandinavo verrà sgonfiato dal Vortice Polare.

Tra il 6 ed il 7 di Agosto al posto del potente Anticiclone Scandinavo il Vortice Polare prima ed una Goccia Fredda Artica porteranno il primo cenno d’Autunno sulla Scandinavia che avrà un crollo termico compreso tra i 10 ed i 15°C.

Non basta. Questo crollo termico inizierà ad espandersi rapidamente verso Sud in Europa

Una caratteristica tipica delle masse d’aria Africana è proprio quella di esser caratterizzata da aria molto secca.

Ho spiegato in questo articolo come l’aria Africana ha una densità molto bassa.

Avendo poca umidità relativa nell’aria, la massa Africana non offre particolare resistenza all’avanzata dell’aria fresca o fredda dell’Artico.

Dove fino a pochi giorni prima si boccheggiava dal caldo con insoliti valori sopra i +30°C, di colpo si dovrà indossare maglioni pesanti per fronteggiare i +10/+15°C di temperature massime.

Tra il 7 e l’8 di Agosto i primi violenti temporali potrebbero raggiungere le Alpi, dapprima quelle Orientali, poi anche le Centro-Occidentali.

Secondo il modello Europeo Ecmwf il freddo e l’instabilità potrebbero giungere franchi già tra il 7 e l’8 di Agosto.

Per il modello Americano Gfs invece il guasto e l’avanzata della massa fredda Scandinava potrebbe ritardare di 1 2 giorni.

Comunque vada, per ora è quasi certo che si tratterà di un evento di tipo “maggiore” con una vera e propria avvezione instabile e fredda di tipo pre-autunnale.

Ciò che di solito accade dopo il Ferragosto, potrebbe risultare anticipato di almeno una decina di giorni. Come andrà a finire per ora è presto per poterlo anche solo ipotizzare.

29 LUGLIO – PREVISIONI DEL TEMPO A BREVE E MEDIA SCADENZA
Situazione del 29 
luglio e previsioni fino al 5 Agosto

Domenica 29 Luglio
Oggi splende il sole su gran parte d’Italia. Instabilità tra Emilia e Marche-Campania

Sarà una giornata di sole splendente per molte zone d’Italia.

Come spesso accade, i modelli matematici potrebbero rivelarsi inefficaci nella possibile evoluzione del tempo.

Già negli ultimi giorni, in particolar modo Giovedì 26 con replica Sabato 28, il maltempo è giunto inatteso non solo sulle Alpi ma in buona parte del Nord e poi Centro-Sud Italia.

Oggi che era previsto diffuso maltempo, soprattutto al Nord, accade invece che splenda il sole.

Una debole Perturbazione, che ieri ha interessato il Nord Ovest prima e poi entro sera il Nord Est, si allontana verso la ex Jugoslavia velando i cieli dell’Alto Adriatico con leggera instabilità che interessa, mentre scrivo, (sono le 10 del mattino) Marche, Abruzzo, Molise, Frosinate e Campania interna.

Qua sono probabili docce o rovesci poi, forse in estensione alla Campania e Calabria, ma su questi ultimi rovesci per ora c’è incertezza.

Entro sera migliorerà ovunque, forse nubi marittime con docce potrebbero interessare la Calabria Tirrenica.

I modelli matematici della pioggia in realtà indicano instabilità temporalesca tra Trentino e Veneto ma per ora dai satelliti meteorologici e radar meteorologici non si ha alcun riscontro.

Lunedì 30 Luglio
Anche oggi sole su gran parte d’Italia

Sarà anche oggi una giornata di sole splendente per la gran parte della nostra penisola.

Forse qualche nube con docce potrebbe addensarsi lungo l’Appennino Tosco-Emiliano Occidentale nel pomeriggio così come tra Trentino e Dolomiti-Carnia ma la probabilità di docce e rovesci è piuttosto bassa.

Entro sera rasserenerà anche in queste zone o al più rimarrà variabile.

Sul resto d’Italia sole e caldo stazionario ma con leggeri aumenti favonici sul Nord Ovest italiano.

Primi cenni di caldo Africano sulla Pianura Padana e nel Valdarno con primi valori oltre i 35°C e punte fino a 37/38°C

Martedì 31 Luglio
Sole e caldo sempre più torrido. Forse instabilità solo sulla Sila

Arriva il caldo torrido Africano.

38°C potrebbero toccarsi a Bolzano, Bologna, Firenze ma oltre i 35°C si andrà anche nel resto della Pianura Padana, Valdarno e Val d’Adige.

Caldo ovunque con assenza di nubi tranne che sulla Calabria Settentrionale dove nubi potranno dar luogo a docce e rovesci, soprattutto tra Crati e Sila.

Mercoledì 01 Agosto
Arriva il caldo Africano. Si sfiorano i +40°C

L’Avvezione calda Africana dispensa valori fino ai 45°C tra Penisola Iberica e Sud Francia.

Sull’Italia la vampata di calore inizia dalla Sardegna ma raggiunge presto le coste della Toscana-Lazio e soprattutto la Pianura Padana.

Attesi i primi valori fino a 39/40°C tra Bologna e Firenze ma il caldo non mancherà anche a Roma e nella Pianura Padana tutta.

Attenzione: un leggero sbuffo d’aria instabile potrebbe sin dal mattino sconfinare dalla Svizzera fin sull’Alto Piemonte con forti temporali in sconfinamento su Valle d’Aosta e alto Piemonte, poi nel pomeriggio sull’alta Lombardia.

In serata la leggera instabilità potrebbe raggiungere Dolomiti e Carnia-Giulie.

Nubi marittime sulla Calabria Settentrionale con forse timide docce sulla Sila.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Giovedì 02 Agosto
Gran caldo Africano ma occhio ai temporali sulle Alpi e Calabria!

Mentre l’ondata di caldo prosegue senza sosta nell’Europa Sud Occidentale, in Italia qualche leggero sbuffo instabile potrebbe tentare di attenuare il caldo Africano.

Al mattino forse qualche doccia-rovescio sulla Carnia altrove splende il sole ma con nubi sulla Sila.

Durante il pomeriggio temporali fioriscono tra bassa Campania-Basilicata ma soprattutto in Calabria.

Qua con anche forti rovesci temporaleschi e possibili grandinate soprattutto in provincia di Cosenza e Crotone ma anche sul Metapontino di confine con la Calabria-Pollino.

Instabilità temporalesca nel pomeriggio anche in Trentino Alto Adige con sconfinamenti sulla vicina alta Lombardia montana e alto Veneto-alto Friuli.

Entro sera si attenuano i rovesci ma rimangono nubi e forse ultime docce all’estremo Sud in Calabria, in attenuazione anche sul Triveneto montano.

Temperature ancora Africane ma con massime non oltre i 38°C.

Venerdì 03 Agosto
Sole e caldo stazionari ma stazionaria anche l’instabilità sulla Calabria

Sembra che la giornata di Venerdì possa non riservare sorprese.

Potrebbe proseguire l’ondata di caldo Africano, senza tuttavia aumentare d’intensità con massime ancora attorno ai +38°C.

Sole e caldo ovunque ma ancora in Calabria sono probabili rovesci e temporali localmente anche insistenti e forti, stavolta soprattutto lungo la Catena Costiera ma in estensione anche alle Serre e Golfo di Squillace oltre che in Sila, ma stavolta Occidentale.

Limite Nord dei temporali il Pollino.

Forse qualche doccia anche sulle Alpi Marittime nel pomeriggio e sulle Dolomiti Bellunesi oltre che in Carnia e Giulie.

Sabato 04 Agosto
Ancora caldo Africano ma al Nord arrivano i primi temporali sulle Alpi

Sabato di confine tra il caldo Africano ed i primi temporali in arrivo dal Nord Europa.

Sin dal mattino prime nubi sul Nord Ovest italiano dove domina l’afa pre-temporale.

Nel corso del pomeriggio docce e rovesci temporaleschi a partire dalle Alpi Marittime-Cozie, forse anche sull’Imperiense, poi anche Graie-Pennine-Lepontine.

Forse a seguire Alpi Centrali ma sin dal mattino su quelle Orientali.

I temporali potrebbero estendersi anche alle Pedemontane e tra l’Alessandrino e l’Emilia.

Instabilità temporalesca potrebbe giungere nuovamente in Calabria, stavolta tra Serre ed Aspromonte ma in generale sul Reggino e poi anche sulla Sicilia Orientale.

Il caldo si attenua al Nord ma non da Bologna alla Romagna e prosegue senza sosta tra Toscana e Lazio-Sardegna. Qua con punte fino a 38/39°C o anche 40 in Sardegna.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Domencia 05 Agosto
Ancora caldo Africano in varie zone d’Italia ma al Nord prosegue il peggioramento

Sarà sempre più probabile un progressivo cedimento del campo Anticiclonico Africano a partire dall’Italia Orientale ma sbuffi d’aria fresca-instabile da Est-Nord Est potrebbero risalire la Pianura Padana giungendo con forti temporali fin Lombardia e Piemonte.

Per il modello Europeo Ecmwf il cedimento Anticiclonico potrebbe avvenire sin da Sabato 4 Agosto mentre per il modello Americano soltanto da Lunedì 6 Agosto.

Ad ogni modo il maltempo è quasi certo possa arrivare su varie zone d’italia e tra il 6 e l’8 di Agosto interessare il Nord, il Centro tutto e parte del Sud fin sulla Calabria tirrenica con caldo e sole confinati al solo Salento, Crotonese, Sicilia e Sardegna.

Domenica 5 i primi nuovi forti temporali potrebbero disturbare gran parte del Nord con violenti temporali tra Triveneto ed Emilia-Romagna ma poi in estensione anche a Lombardia e Piemonte.

Per ora però è presto per una previsione attendibile.

La aggiorneremo nei prossimi giorni con un eventuale speciale sull’avvezione di rottura dell’Estate se confermata.

Ci torneremo con più adeguati approfondimenti.

29 Luglio 2018 – previsioni fino al 5 Agosto ed oltre
Scritto e pubblicato da Angelo Giovinazzo Alias Angelo Giovi @ Meteomag.it

Contatta l’autore

Articolo precedente: previsioni del 22 Luglio

22 Luglio – Previsioni fino al 30 Luglio


Previsioni fino al 15 Luglio

8 Luglio – Previsioni fino al 14 Luglio


Italia a 2 facce. Violenti temporali al Nord. Caldo rovente al Sud

SEGUI IN DIRETTA CHE TEMPO FA SULL’ITALIA CON IL NOWCASTING:

Osserva le piogge in diretta con la nuova pagina RADAR METEOROLOGICI
Segui la distribuzione delle nuvole sull’Italia ed Europa con la pagina SATELLITI METEO/IMMAGINI SATELLITARI

Guarda che tempo fa sulle Alpi grazie alla pagina Meteo Monte Rosa con immagini webcam live, temperature e statistiche.

L’articolo 29 Luglio – Previsioni fino al 5 Agosto e oltre proviene da Meteomag.

Source: Meteofunghi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: