funghimagazine.it
Funghi Magazine - Il magazine on-line sui funghi d'Italia. Aggiornamenti funghi, articoli e notizie sui funghi, segnalazioni in tempo reale. dove nascono i funghi e la tabella sulle nascite e crescite dei funghi con il Semaforo dei Funghi

Radura

Radura, appezzamento in area boschiva, in cui gli alberi mancano o si diradano, lasciando giungere molta luce, con i raggi del sole che giungono fino al suolo

Radura [radùra]

Significato: porzione di terreno all’interno di un’area boschiva, dove gli alberi mancano o si diradano, tanto da lasciar giungere su di un suolo erboso i raggi solari.

Una radura può spesso identificarsi anche con una ambiente eliofilo, caratterizzato da specie vegetali o fungine che vegetano ottimamente alla diretta e forte luce del sole (contrapposto a sciafilo – relativo quindi a specie che vogliono l’ombra e lo scuro del bosco). Vedi a tal proprosito voci → eliofilo, specie eliofile, ambiente eliofilo.

Le radure erbose possono generarsi a seguito di:

  • Caduta di alberi provocata da eventi meteorologici avversi,
  • Disboscamento,
  • Disboscamento circoscritto, per adibire porzioni di bosco a pascolo,
  • Frane, smottamenti, valanghe,
  • Impoverimento progressivo del suolo,
  • Incendi circoscritti,
  • Suolo roccioso,
  • Terreni agricoli abbandonati, non ancora colonizzati dalle piane superiori,
  • Terreno povero che impedisce agli alberi di poterlo colonizzare.

🍄🌳 La radura costituisce uno dei tanti ecosistemi in cui possono vegetare e proliferare i funghi.
Vedi a tal proposito le voci → bioma, biocenosi, biocenosi vegetale, ecosistema, ambiente, ambiente boschivo.

L’ecosistema della radura può ospitare diverse specie fungine, sia che si tratti di funghi saprofiti, che di funghi simbionti-micorrizici, così come funghi lignicoli-parassiti.

In ambito micologico, una radura erbosa può essere un prezioso alleato delle colonie fungine.
Tra i benefici più importanti:

  • Buon ricircolo d’aria,
  • Deposito a terra dell’acqua piovana che, con piogge deboli e chiome troppo fitte, non riesce a bagnare il sottosuolo,
  • Irraggiamento notturno, con deposito al suolo della preziosa rugiada che, a sua volta, può garantire giusti livelli di umidità, sia dell’aria che del suolo,
  • Radiazione solare, sia diretta che incidente.

Alcune tra le specie fungine commestibili tipiche delle radure sono:

In foto: Mazze di Tamburo in una radura erbosa, ai piedi di una quercia

Radura
Mazze di tamburo in una radura erbosa. Foto: Angelo Giovinazzo
Radura erbosa
Radura erbosa in mezzo, e circondata, dal bosco. Foto: Angelo Giovinazzo

Related - Voci correlate

I commenti sono chiusi.