Raccolta Funghi Piemonte copertina
Raccolta Funghi Piemonte copertina

Raccolta funghi Piemonte 2024 – Regolamenti

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Piemonte / REGOLAMENTI
  • Commenti dell'articolo:12 commenti
  • Ultima modifica dell'articolo:13/05/2024
  • Tempo di lettura:33 minuti di lettura

RACCOLTA FUNGHI PIEMONTE

INDICE

NORME E REGOLAMENTI PER LA RACCOLTA DEI FUNGHI 2024

Ultimo aggiornamento articolo: 13-05-2024

Questo articolo è una guida utile a tutti i cercatori di funghi che desiderano essere in regola con le leggi regionali, riguardo la raccolta funghi Piemonte.

VI SONO ALCUNE MODIFICHE IMPORTANTI CHE SONO ENTRATE IN VIGORE CON L’ANNO 2023 e altre ancora (infelici!) entrate in vigore con l’inizio del 2024, grazie a due consiglieri della Lega.

Di seguito puoi trovare sia i canonici regolamenti per la raccolta dei funghi, che le ultime novità, riguardanti i metodi di pagamento. Ti ricordiamo tuttavia sin da ora che, da inizio 2024, si può ottenere il Permesso Raccolta Funghi Piemonte, comodamente, con pochi click collegandosi al sito Geoticket e digitando il codice scontofunghimagazine“.


In questo post trovi anche l’elenco delle Unioni Montane del Piemonte, con il link al proprio sito web.


A chi si rivolge questa guida?

A tutti coloro che desiderano poter cercare funghi in Piemonte, perfettamente in regola con le norme ed i regolamenti regionali.

Se desideri recarti in Piemonte alla ricerca di funghi, ci sono alcune cose che non puoi non sapere.

In primo luogo, com’è regolamentata la raccolta, ovvero: dove, come, quando, quali e quanti funghi potrai raccogliere.

In secondo luogo, dove si trovano o come si chiamano le varie UNIONI MONTANE e la loro ubicazione, oltre che il link al loro sito web.

Bollettini Postali, Bonifici bancari e altri metodi di pagamento fin qua utilizzati, a partire dal 2023 non sono più validi

Vediamo dunque, passo dopo passo, tutto ciò che c’è da sapere riguardo al Permesso Raccolta Funghi Piemonte.


“PERMESSO” PER LA RACCOLTA FUNGHI PIEMONTE


1° PUNTO

UN “PERMESSO” UNICO, VALIDO IN TUTTA LA REGIONE

Nonostante le piccole novità introdotte, anno dopo anno, in tutta la Regione Piemonte rimane invariata la possibilità di usufruire di tutto il territorio regionale per la raccolta funghi, fermo restando che, in determinate Aree Protette, Parchi, o Foreste chiuse al pubblico, non è possibile raccogliere funghi spontanei

😡🤬Purtroppo con una scelta infelice, anzi scellerata, due componenti del gruppo politico della Lega della Regione Piemonte, a inizio anno 2024, hanno proposto e visto approvato un emendamento, grazie al quale, a partire dal 2024, Unioni Montane e singoli Comuni sono autorizzati a chiedere il pagamento di un balzello aggiuntivo, oltre alla tassa regionale da 30€, che potrebbe essere di 10€ al giorno, e fino a 30 o più euro a settimana, per l’acquisto di un permesso locale aggiuntivo che si va a sommare al permesso regionale annuale da 30€, perciò per i Piemontesi = PERMESSO REGIONALE 30€ + PERMESSO LOCALE 10/20/30 o più € = Fungaioli spennati!

Il consigliere regionale (Lega) di Vercelli Angelo Dago e il capogruppo della Lega in Regione Piemonte, Alberto Preioni, hanno fortemente voluto introdurre questo inutile e gravoso balzello aggiuntivo. Ricordiamocene quando andremo a votare!😡🤬

Tutti i dettagli di questa scellerata operazione in questo articolo: NUOVI BALZELLI PER I CERCATORI DI FUNGHI DEL PIEMONTE.


Chi vuole andar per funghi in Piemonte, nel pieno rispetto delle regole, deve aver pagato quanto dovuto per il “permesso unico regionale” ed aver consultato la Legge Regionale 24/2007 che regolamenta il settore epigeo.

Piemonte-Norme per la raccolta dei funghi epigei – Legge regionale n.24 del 17-12-2007

Ecco una breve sintesi della L.R. 24/2007 per il Piemonte

  • RECENTI MODIFICHE RELATIVE ALLE SANZIONI per chi non rispetta i regolamenti:
    • In relazione alla sanzione proporzionale di cui all’articolo 10, comma 1 lettera a), pari a 30 Euro per ogni cinquecento grammi di funghi raccolti in eccedenza ai limiti consentiti, il trasgressore, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 16 della l. 24 novembre 1981 n. 689 (Modifiche al sistema penale), ha facoltà di effettuare il pagamento in misura ridotta della somma di 10 euro ogni cinquecento grammi eccedenti.
    • Per effetto del combinato disposto dell’articolo 3, comma 1 e dell’articolo 2, comma 1, il quantitativo di raccolta consentito è pari a tre chilogrammi e la sanzione proporzionale si applica con il superamento di almeno cinquecento grammi oltre il citato limite di raccolta di tre chilogrammi complessivi per persona al giorno.
    • Nel caso invece di raccolta operata da un cittadino privo dell’autorizzazione, è prevista la sanzione da 40 a 240 Euro, applicabile in misura ridotta in 80 Euro, fatta salva la contestuale applicazione anche della sanzione proporzionale di cui all’articolo 10, comma 1 lettera a) in caso di superamento di almeno cinquecento grammi oltre il citato limite di raccolta di tre chilogrammi complessivi per persona al giorno.
    • Nello specifico, ove il cittadino non si avvalga della facoltà del pagamento in misura ridotta di entrambe le sanzioni, l’autorità competente all’irrogazione potrà applicare in sede di ordinanza−ingiunzione l’articolo 8 della l. 24 novembre 1981 n. 689 (Modifiche al sistema penale), che prevede, per la violazione di diverse disposizioni che prevedono sanzioni amministrative con una sola azione, l’applicazione della sanzione prevista per la violazione più grave, aumentata sino al triplo.

LEGGI REGIONALI CHE REGOLAMENTANO LA RACCOLTA FUNGHI PIEMONTE

link al sito Regionale: ARIANNA – LR 24/2007

link Sistema Piemonte Legge Regionale Tutela dei funghi epigei


2° PUNTO

DOVE, COME, QUANDO, QUALI E QUANTI FUNGHI SI POSSONO RACCOGLIERE IN PIEMONTE

DOVE RACCOGLIERE FUNGHI IN PIEMONTE

Le aree protette

Come detto, con un unico “Permesso” si possono raccogliere funghi in tutta la regione Piemonte, ove non esistano locali divieti imposti da Parchi o Enti locali di Tutela del Territorio, come di seguito riportato:


COME RACCOGLIERE FUNGHI IN PIEMONTE

  • La raccolta in luoghi non consentiti o effettuata in modalità non corrette, prevede una sanzione ai sensi della L.R. 24/2007 di 98,00€.
  • E’ vietato raccogliere esemplari di Amanita Cæsarea allo stato di ovolo chiuso, ovvero prima che il fungo si sia sviluppato e sia già fuori dall’ovolo. (il divieto è imposto poiché è impossibile distinguere un ovolo di Amanita Cæsarea da uno di Amanita Muscaria-tossica, o simile, e per consentire ai funghi di produrre le preziose spore e creare nuove colonie fungine).
  • I minori di 14 anni possono raccogliere gratuitamente i funghi, purché siano accompagnati, nel numero massimo di due minorenni, da una persona maggiorenne munita di valido titolo per la raccolta funghi Piemonte.
  • La raccolta funghi va effettuata mediante l’utilizzo di cesti o appositi zaini ben aerati con fondo aperto che consentano la dispersione delle spore.
  • I funghi non vanno raccolti tagliandoli con il coltello ma, mediante torsione del piede del fungo.
  • É vietato utilizzare sacchetti di plastica, sacchetti biodegradabili o sacchetti chiusi in carta
  • Ai sensi dell’art. 2 della L.R. 24/2007 la raccolta funghi epigei spontanei è consentita in Piemonte, per la quantità giornaliera ed individuale di tre (3 Kg) chilogrammi complessivi.

QUALI E QUANTI FUNGHI SI POSSONO RACCOGLIERE


QUANDO SI POSSONO RACCOGLIERE I FUNGHI

  • La raccolta funghi è vietata dal tramonto alla levata del sole.
  • Il Permesso Raccolta Funghi Piemonte ha una durata annuale, intesa come anno solare perciò, chi deciderà di richiedere tale permesso nel mese di Ottobre, potrà usufruire dello stesso, solamente fino al 31 di Dicembre dell’anno in corso e non fino al mese di Ottobre dell’anno successivo.
  • Si possono raccogliere funghi durante tutti i giorni della settimana, al momento attuale non sono previsti giorni in cui la raccolta è vietata, come accade in altre regioni, salvo nei casi in cui vi siano locali regolamenti imposti da Riserve o Parchi Naturali, così come riportato nel precedente capitolo → Dove – Le aree protette.

3° PUNTO

COSTI E REGOLAMENTI – RACCOLTA FUNGHI PIEMONTE

TESSERINO RACCOLTA FUNGHI

COSTO DEL PERMESSO

Rimangono invariati rispetto al 2022 i costi del permesso funghi Piemonte. Non sono previsti sconti per chi decidesse di pagare anticipatamente 2 o 3 annualità.
Facendo ancora riferimento alla Legge Regionale n, 24/2007 i costi per il permesso funghi Piemonte restano così suddivisi:

  • Permesso Giornaliero – costo 5,00
  • Permesso Settimanale – costo 10,00
  • Permesso Annuale – costo 30,00 €. Il permesso ha validità fino al 31.12.2023
  • Permesso Biennale – costo 60,00 €. Il permesso ha validità fino al 31.12.2024
  • Permesso Triennale – costo 90,00 €. Il permesso ha validità fino al 31.12.2025

NUOVE DISPOSIZIONI PER I PAGAMENTI

Con l’anno 2024 una novità: il Permesso Raccolta Funghi Piemonte si può ottenere comodamente da casa, senza che sia più necessario utilizzare il sistema PagoPa e senza dover effettuare complicate procedure che prevedono il collegamento ai siti delle varie Unioni Montane che rimandano poi al sito di PagoPa, dove si deve effetture un complicato pagamento dopo essersi registrati e aver ricevuto una email di conferma, o essere andati presso un Tabacchi o esercizio convenzionato ad effettuare il pagamento fisico.

Per ottenere il permesso comodamente, rimanendo a casa, con pochi click, senza sbattimenti, basta collegarsi al sito Geoticket e digitare il codice sconto “funghimagazine” che darà anche diritto ad uno sconto.

Semplice, rapido, efficace, non devi preoccuparti di ricevere email di conferma da stampare, nell’incertezza di aver sbagliato qualcosa o che il pagamento non sia andato a buon fine. Ti colleghi, digiti il codice “funghimagazine”, paghi rapidissimamente e ottieni il tuo permesso con pochissimi click.


Ti ricordiamo che dal 2023 la Regione Piemonte ha stabilito le nuove modalità di pagamento del contributo dovuto, che prevedono che, a far data dal 01.01.2023 la sola modalità di pagamento accettata è quella elettronica attraverso il sistema PagoPa.

Raccolta Funghi Piemonte Unioni Montane
Raccolta Funghi Piemonte – Le Unioni Montane

ELENCO DELLE UNIONI MONTANE OPERANTI IN PIEMONTE

 

Di seguito l’elenco delle Unioni Montane con link al proprio sito web ed indirizzo email:

NB: Gli specifici indirizzi email a cui inviare la richiesta di Avviso di Pagamento sono presenti seguendo i link delle varie Unioni Montane e potrebbero non corrispondere a quanto di seguito segnato.

Raccolta Funghi Piemonte – Le Unioni Montane

► Unioni Montane della provincia di Alessandria:

UNIONE MONTANA VALLI BORBERA E SPINTI


► Unioni Montane della provincia di Asti:

UNIONE MONTANA LANGA ASTIGIANA VAL BORMIDA


► Unioni montane della provincia di Biella:

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DEL BIELLESE ORIENTALE


UNIONI MONTANE VALLE ELVO, VALLE DEL CERVO LA BÜRSCH






Raccolta Funghi Piemonte

► Le Unioni Montane della provincia di Cuneo:

UNIONE MONTANA ALTA VAL TANARO


UNIONE MONTANA DELLE VALLI MONREGALESI


UNIONE MONTANA DI COMUNI DELLE VALLI MONGIA E CEVETTA – LANGA CEBANA – ALTA VALLE BORMIDA


UNIONE MONTANA VALLE STURA






Raccolta Funghi Piemonte

► Le Unioni Montane della provincia di Torino

UNIONE MONTANA ALPI GRAIE


UNIONE MONTANA ALTO CANAVESE


UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI – VIA LATTEA


UNIONE MONTANA DORA BALTEA


UNIONE MONTANA GRAN PARADISO


UNIONE MONTANA MOMBARONE

  • Info: Uffici di Andrate, Tel. 0125 79 01 84 – Uffici di Carema, Tel. 0125 81 11 68, Uffici di Settimo Vittone, Tel. 0125 65 84 09.
  • Unione Montana Mombarone – via Montiglie 1/I – 10010 Settimo Vittone (TO)





UNIONE MONTANA DEL PINEROLESE


UNIONE DI COMUNI MONTANI VALCHIUSELLA


UNIONE MONTANA VAL GALLENCA


UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLE VALLI CHISONE E GERMANASCA


UNIONE DEI COMUNI MONTANI VAL SANGONE


UNIONE MONTANA VALLE SUSA


UNIONE MONTANA DI COMUNI DELLE VALLI DI LANZO, CERONDA E CASTERNONE


UNIONE MONTANA VALLI ORCO E SOANA


UNIONE MONTANA VALLE SACRA

  • Unione Montana Valle Sacra.
  • Altre info: Unione Montana Valle Sacra – Sede legale: Via Adolfo Ghella 13 – 10080 Colleretto Castelnuovo (TO) – Sede Operativa: Piazza Severino Trucano, n.1 – 10080 – Borgiallo (TO) – Tel.: +39 0124 41 83 50.





Raccolta Funghi Piemonte

► Le unioni montane del Verbano-Cusio-Ossola:

UNIONE MONTANA ALTA OSSOLA


UNIONE MONTANA VALGRANDE E DEL LAGO DI MERGOZZO


► Le Unioni Montane della provincia di Vecelli:

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALSESIA

Raccolta Funghi Piemonte@Funghimagazine.it – Ultimo aggiornamento: Maggio 2024


Leggi i regolamenti per la raccolta funghi nelle regioni limitrofe

Visualizzazioni totali: 149.314 visite

Questo articolo ha 12 commenti

  1. Avatar
    emanuele falcone

    Vorrei sapere da dove si estrapola la seguente vostra affermazione , di cui non ho trovato traccia nella legge, grazie: … “NON riguarda specie quali Leccini, Cantarelli/Finferli/Galletti, Chiodini/Famigliole buone (Armillareiella mellea), Morchelle, Mazze di Tamburo (Macrolepiota procera), Orecchine (Pleurotus ostreatus), Gambe secche (Marasmius oreades), Steccherini, Finferle, Trombette dei Morti ed altri (per citare le specie più diffusamente raccolte).SOLO per queste specie non pregiate non esistono limiti di quantitativi e
    NON E’ NECESSARIO POSSEDERE IL TITOLO PER LA RACCOLTA FUNGHI PIEMONTE (Bollettino di Conto Corrente pagato)”…..

    1. funghimagazine
      funghimagazine

      Gentile Emanuele, l’informazione di cui parli la trovi nel comma 3 della Legge Regionale 17 dicembre 2007 nr. 24 dove, al punto 8 si dice che:
      In deroga a quanto disposto al comma 1, la raccolta dei chiodini o famigliola buona (Armillariella mellea), dei prataioli (Agaricus campestris, Agaricus macrosporus), delle specie diverse del genere Morchella, delle gambe secche (Marasmius oreades), dell’orecchione (Pleurotus ostreatus), coprino chiomato (Coprinus comatus) e della mazza di tamburo (Macrolepiota procera) è consentita su tutto il territorio regionale senza versamento di alcun contributo, fermi restando i disposti di cui all’articolo 2.
      In realtà in altre leggi della Regione Piemonte, dove si parla di tutela di flora e fauna, si fa riferimento ai limiti di raccolta dei funghi citando in maniera generica le ‘specie non pregiate’ che non necessitano di titolo di raccolta.

      Quali siano le specie ‘non pregiate’ credo sia noto a tutti.

    2. funghimagazine
      funghimagazine

      Vorrei aggiungere a tal proposito che, per quanto riguarda i funghi Leccini, l’interpretazione delle ‘specie non pregiate’ è piuttosto incerta.
      Alcuni addetti di Unioni Montane interpretano i Leccini come specie ‘non pregiata’, in realtà, essendo questi assimilabiti alle Boletacee, dovrebbero concorrere al raggiungimento dei 3 kg e quindi rientrare di diritto tra le specie per cui è necessario avere titolo di raccolta.

  2. Avatar
    Lucia

    Domanda forse un po’ ingenua… il tesserino ha validità dalla data di pagamento per 365 giorni, o vale per il 2019 e va rifatto nel 2020? Grazie

    1. funghimagazine
      funghimagazine

      Ciao Lucia. Il tesserino/Permesso in Piemonte ha validità annuale dal 1° Gennaio al 31 Dicembre. Se lo fai a Settembre ti dura 4 mesi soltanto e comunque scade allo scadere dell’anno solare al 31 Dicembre dell’anno in cui lo hai fatto.

      1. funghimagazine
        funghimagazine

        In questo articolo ‘https://funghimagazine.it/funghi-porcini-le-modifiche-ai-regolamenti-in-piemonte/’ FUNGHI PORCINI, LE MODIFICHE AI REGOLAMENTI IN PIEMONTE, ho pubblicato gli ultimi aggiornamenti in merito alle specie che si possono raccogliere anche senza permesso, ed ai quantitativi che sono cambiati, rispetto agli anni passati.

  3. Avatar
    Gianluca

    Buon giorno volevo avere una conferma, se io ho il versamento postale di 30 euro (annuale) della della comunità montana val d’ossola posso con lo stesso versamento andare a funghi anche in altre comunità montane di tutto il piemonte, giusto?

    1. funghimagazine
      funghimagazine

      Ciao Gianluca. Certo che sì. Confermo.
      Con il versamento di 30€ (permesso annuale) puoi girare liberamente nei boschi di tutto il Piemonte perché il permesso annuale è regionale.

  4. Avatar
    Luca

    Buongiorno, la somma per tessera giornaliera si puo’ pagare on line a qualsiasi comunità ed usufruirne anche su altre comunità come per tessera annuale?
    Grazie
    Luca

    1. funghimagazine
      funghimagazine

      Ciao Luca. Sì puoi intestarla ad una qualsiasi tra le varie Unioni Montane del Piemonte, come da elenco, ma utilizzarla dove ti viene più comodo.

  5. Avatar
    Lino Ferrero

    Buongiorno, per un permesso giornaliero o settimanale si usa lo stesso bollettino postale ? occorre specificare la data di validità o altre diciture in causale?
    grazie

    1. funghimagazine
      funghimagazine

      Ciao Lino. Sì, che io sappia sì. Usi lo stesso bollettino, ovviamente non uno pre-compilato (perché ci sarebbe già stampato l’importo da 30€).
      Nella causale scrivi: TESSERINO RACCOLTA FUNGHI REGIONE PIEMONTE e anziché inserire l’anno, inserisci la data in cui utilizzerai il tesserino. Ricorda di mettere anche la DATA DI NASCITA, ed ovviamente il tuo nome+cognome+indirizzo+città di residenza, che deve coincidere con quanto riportato in Carta d’Identità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.