funghimagazine.it
Funghi Magazine - Il magazine on-line sui funghi d'Italia. Aggiornamenti funghi, articoli e notizie sui funghi, segnalazioni in tempo reale. dove nascono i funghi e la tabella sulle nascite e crescite dei funghi con il Semaforo dei Funghi

Amanita excelsa – Amanita spissa – funghi non commestibili

L’Amanita excelsa è una specie difficile da identificare per via delle varie forme ecologiche con cui si presenta, deve il suo nome alla sua maestosità. Da considerarsi specie non commestibile. Come riconoscerla, habitat, curiosità e note

0 2.656

Amanita excelsa var. excelsa (Fr. : Fr.) Bertill. 1866

INDICE

Divisione:Basidiomycota
Classe:Basidiomycetes
Ordine:Agaricales
Famiglia:Amanitaceae
Genere:Amanita 
Specie:A. excelsa var. excelsa / A. excelsa var. spissa
Nome comune:Amanita eccelsa, Amanita spessa
Tipo nutrimento:Simbionte – micorrizico
Periodo vegetativo:Dalla primavera al tardo autunno
Commestibilità o Tossicità:Non Commestibile

Habitat – Ecologia:

É un fungo assai comune e ben presente in tutta Italia. Vegeta preferibilmente su terreni acidi, risultando più diffusa dove vi sono suoli granitici o lettiere molto spesse che contribuiscono ad acidificare il pH del terreno.
Ha scarse esigenze risultando specie ubiquitaria, ovvero che può esser presente in ogni luogo, dal livello del mare ai monti.

Alberi simbionti:

Latifoglie e Conifere di qualunque specie, spesso fruttifica abbondantemente sotto varie specie di Pino dove la lettiera risulta più abbondante.

Come riconoscerlo:

I nomi scientifici ‘excelsa‘ → dal latino ‘excelsio‘ = eccelso, o il nome alternativo ‘spissa‘ → dal latino ‘spissus‘ = spesso, dovrebbero suggerirci che dobbiamo aspettarci un fungo dall’aspetto massiccio e voluminoso.
Il cappello dell’Amanita excelsa o A. spissa ha cromatismi castagno scuro-bronzeo ramato, con sfumature talvolta chiare/bianchicce, ma su sfondo castagno-marrone topo grigiastro-brunastro con verruche bianche disposte disordinatamente, fitte negli esemplari giovani, ma in ordine sparso con alcune zone in cui sono persino assenti, negli esemplari adulti.
Il gambo è pieno e squamoso di colore bianchiccio con sfumature brunastre, anello ben evidente, ampio e membranoso bianco.
Cresce su lettiera molto spessa, con molto residuo vegetale in decomposizione, comportandosi quasi da fungo saprofita, lo si rinviene frequentemente semi interrato o quasi del tutto coperto da spessi strati di aghi di conifera.

Note:

É specie commestibile dopo cottura, ma non ha un buon sapore, perciò si consiglia di limitarsi ad ammirarlo e fotografarlo e, si sconsiglia di raccoglierlo e consumarlo anche perché facilmente confondibile con altre amanite tossiche o velenose mortali, in particolare la velenosissima Amanita pantherina.

Fotogallery di Amanita excelsa / Amanita spissa:

A fine articolo trovi l’elenco completo delle Specie di funghi già presenti nel nostro:

ATLANTE DEI FUNGHI

ATTENZIONE:

Le immagini e le informazioni riportate su funghimagazine.it sono puramente indicative e non possono sostituire l’accertamento effettuato da un professionista. 

NON AFFIDARTI MAI completamente ad una guida on-line o a libri di testo per il riconoscimento di una nuova specie fungina mai raccolta prima, a meno che tu non abbia competenze tecniche micologiche.
Guide, manuali ed articoli descrittivi hanno solo e soltanto scopo didattico.
Esistono centri specializzati presso le ASL (Ispettorati Micologici) o presso le Associazioni Micologiche che sono preposti per il riconoscimento e l’accertamento della commestibilità dei funghi. ‼
ISPETTORATI MICOLOGICI IN ITALIA


PRIMA DI CONSUMARE FUNGHI A TE SCONOSCIUTI, TI RACCOMANDO DI RIVOLGERTI PER IL RICONOSCIMENTO AD UNA ASL, OPPURE AD UNA DELLE TANTE ASSOCIAZIONI MICOLOGICHE

Puoi cercare l’associazione Micologica più vicina a te consultando il sito A.M.B. Associazione Micologica Bresadola, la più antica d’Italia che coordina la gran parte delle Associazioni Micologiche locali.

Oppure puoi consultare il sito A.M.I.N.T Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica, infine, puoi consultare il sito Nuovamicologia.eu-Associazioni Micologiche Italiane.

Se ritieni che questa guida non sia sufficientemente esaustiva, oppure se hai altre curiosità, potrai scrivermi o puoi lasciare un commento a fondo pagina.

Questa scheda è stata realizzata da Angelo Giovinazzo basandosi su ripetute esplorazioni sul campo effettuate nel corso degli ultimi decenni, e su segnalazioni dei lettori di funghimagazine.it

AMANITA EXCELSA @funghimagazine.it

ATLANTE DEI FUNGHI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: